COSA VEDERE A GENOVA: 10 COSE DA NON PERDERE (Itinerario di 2 giorni)

Visitare una città italiana non è mai facile, ci si trova immersi tra monumenti, vicoli, strade, musei, palazzi e chi più ne ha, più ne metta. Una valanga di bellezza senza considerare quella paesaggistica che a volte mette in difficoltà realizzare un itinerario su cosa visitare e cosa no. 

Genova non è certo da meno: in due giorni di cose da visitare e vedere vi assicuro ve ne sono, ma abbiamo voluto concentrarci su ciò che più ci avrebbe permesso di avvicinarci a questa città portuale, storica amata da poeti e scrittori di tutti i tempi. 

ITINERARIO

Giorno 1

Dedicato al centro della città, alla sua storia ed ai suoi caruggi, pittoreschi vicoli di origine medioevale.

1. Chiesa di San Lorenzo

2. Casa di Colombo

3. Piazza De Ferrari

4. Via Garibaldi

5. Spianata Castelletto 

CHIESA DI SAN LORENZO

Diversi stili architettonici sia interni che esterni fanno sì che questa maestosa Cattedrale sia una presenza imponente nel cuore della città.

Una facciata gotica, un interno di tre navate ove su quella a destra è presente un Museo del Tesoro della Cattedrale che custodisce i tesori del Sacro Cacitno della leggenda del Santo Graal. 

Appena arrivati a Genova, questo spettacolo suggerisce un piacere artistico immenso e la sua visita risulta obbligatoria. 

 

CASA DI COLOMBO 

Chi non conosce Cristoforo Colombo? Il grande marinaio della storia merita la nostra attenzione. La visita della sua casa d’infanzia non dura molto: divisa in tre piani è possibile ammirare il laboratorio tessile della famiglia e le camere da letto. 

Una tocca e fuga nel nostro itinerario.

 

PIAZZA DE FERRARI

 

Questa piazza mi è particolarmente piaciuta: il centro è dedicato ad una fontana bellissima con attorno edifici archittettonici differenti. 

Centro di ritrovo genovese è dal mio punto di vista un ottimo momento di relax per poter ammirare la vita quotidiana dei genovesi prima di riprendere l’itinerario.

 

VIA GARIBALDI

Inserita tra i beni dell’UNESCO questa via è sicuramente da percorrere: è sede del percorso museale dedicato all’arte antica. 

Collega le tre dimore comunali storiche: Palazzo Rosso, Palazzo Bianco e Palazzo doria tursi.

 

SPIANATA CASTELLETTO

Giungendo dal centro è possibile prendere l’ascensore che porta in cima al Belvedere Montaldo da cui prende il nome di Spianata Castelletto.

Da qui la vista su Genova è assai notevole:il porto, la città, le sue vie. 

Il periodo migliore della giornata è proprio il tramonto che regala uno scenario portuale magico.

Il biglietto lo potrete fare nella cassa automatica che si trova prima dell’ascensore. Consiglio di avver moneta perchè non da resto.

 

Giorno 2 

Concentrato sul tema dell’acqua: abbiamo voluto costeggiare il lungo mare di Genova partendo dal famoso Acquario. 

  1. visita all’acquario
  2. biosfera
  3. museo dell’artico
  4. la lanterna
  5. camminata a Boccadasse

ACQUARIO

Genova è famosa per la sua storia, per il pesto ma anche e soprattutto per l’acquario.  Noi ci siamo presi la mattinata per dedicare il tempo opportuno alla visita di esso.

CONSIGLIO: cercate di essere mattinieri perché la coda è assai lunga e non avrete modo di visitare bene tutti i padiglioni. Noi in un’oretta e mezza abbiamo osservato, discusso e conosciuto il mondo marino.

 

 

BIOSFERA

La biosfera accanto all’acquario è comunemente conosciuta come la Bolla di Renzo Piano

Ospita organismi tropicali e vegetali: alcune felci arboree, testuggini, pesci ed insetti che rappresentano la bellezza della foresta. 

L’interesse, oltre a quello nel scoprire nuove cose è legato alla conoscenza e comprensione della salvaguardia di questo habitat ritenuto fragile e bello al contempo.  

 

MUSEO NAZIONALE DELL’ANTARTIDE

Indossare i panni degli esploratori del ghiaccio è alquanto divertente è pressoché innovativo se si pensa che ci si trova al porto. 

Le sale sono guidate da video, oggetti storici e foto che permettono al visitatore di rivivere le ricerche e le conquiste che son state compiute nel corso degli anni.  Qui il link alla pagina ufficiale. 

 

LANTERNA

Seconda in Europa e la più alta nel Mediterraneo, la lanterna di Genova è un simbolo di questa città.

40 metri e 171 gradini che conducono ad una vista spettacolare del porto. Una tappa fondamentale lungo il percorso che non si può non vedere.  

 

CAMMINATA A BOCCADASSE

Il nostro itinerario si è concluso con una bella passeggiata lungo la costa che da Genova centro conduce a Boccadasse: borgo arroccato di pescatori.

Piccola spiaggia, barche, case colorate e la quiete sono un toccasana per genovesi e turisti. A pochi chilometri dal centro è possibile trovarsi in questo suggestivo borgo di mare.

La pesca è l’elemento che rimane, il comun denominatore di quella Genova di un tempo che qui si può rivivere e farne parte assaggiando del buon pescato al ristorante Capo Santa Chiara, affacciato sul mare. 

 

INFORMAZIONI

MEZZI DI TRASPORTO

Arrivare a Genova è un pò noiaso in auto in quanto non vi sono molte possibilità di parcheggio. Abbiamo optato per viaggiare in treno: si arriva direttamente quasi in centro e l’unica preoccupazione è trovare l’alloggio.

ALLOGGIO:

Per la prima volta abbiamo optato per AIRBNB e siamo rimasti molti soddisfatti . A due passi dall’Acquario e da tutte le varie attrazioni, la comodità era assicurata dato che avevamo un intero appartamento per noi per due giorni.

Un modo diverso, considerando che noi amiamo sperimentare e possiamo affermare che il costo, la posizione ci han soddisfatto.

COSTO ATTRAZIONI

Anche qui abbiamo optato per la novità: il buono groupon ci ha permesso di entrare al’acquario, alla biosfera e museoin due a soli 40€. Direi che ne è valsa la pena.

DOVE MANGIARE

Genova è la prima città europea per il numero di sudamericani: ovunque potrete sentirvi spagnoli in terra italiana. Nonostante questo però non si può non degustare le tradizionali focacce.  In Via S. Vicenzo 61/a troverete il piacere assoluto. la focacceria infatti propone diverse specialità fatte in casa e fresche. Io avrei chiesto la spedizione a casa a Bergamo se fosse stato possibile.

A Boccadasse non potete perdervi il gustoso gelato che trovate a pochi passi dalla spiaggia. Naturale, fresco e a un passo dal mare. Che cosa chiedere di più?

 

Genova ha un fascino particolare, purtroppo però non è stato un amore che vorremmo rivivere. I pro sono moltissimi: la città è davvero piena di attrazioni e particolarità, ma non è stata come avremmo voluto. Purtroppo il degrado lo si nota come in tutte le città ed è davvero un peccato.

Nonostante questo il piacevole itinerario ci ha permesso di inoltrarci nella Genova di de’m Andrè.

 

COSA NE PENSATE DEL NOSTRO ITINERARIO?

AVETE LUOGHI ALTERNATIVI DA SUGGERIRE?

VI ASPETTIAMO CON I VOSTRI COMMENTI.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

You May Also Like

8 Comments

  1. 1

    A me di Genova era piaciuto tantissimo il castello d’Albertis mentre l’acquario mi aveva messo tristezza. Castelletto invece wow, un posto perfetto da picnic con vista mozzafiato!

    • 2

      Ciao Paola, grazie per essere passata! Si concordo, l’acquario mi è piaciuto a metà:) me l’aspettavo migliore. A Castelletto abbiamo mangiato il gelato: stra buono!

  2. 3
    • 4

      Samanta grazie per essere passata! Ma la casa di Colombo c’è:) si il Palazzo Ducale non siamo proprio riusciti! Spero nella prossima visita:)

  3. 5

    Sono stata a Genova in più occasioni, ma sempre in giornata, però devo dire che alcune delle cose che hai segnalato mi mancano ancora, come la passeggiata a Boddacasse…Quindi grazie, lo terrò a mente per la prossima volta! 😉

    • 6

      Ciao Arianna! Grazie per essere passata:) mi fa molto piacere che sia stata utile il mio itinerario:) vai, vai a Boccadasse ne vale proprio la pena!!Fammi sapere poi

  4. 7

    Devo proprio dare una seconda possibilità a Genova: ci sono stata una volta in gita e una volta per una fiera. Ricordo poco, ma ricordo di aver mangiato in una trattoria in centro che si chiamava da Maria o da Gemma – o qualcosa di simile – dove ho mangiato le trofie al pesto migliori della mia vita!

    • 8

      Ciao Silvia, grazie per essere passata:) la trattoria che hai citato mi garba molto e spero di aver occasione di passare e degustare:)

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>