LA PATATA “MERICA”: la qualità in 3.5cm dal campo al piatto!

Dall’America Centrale alla Toscana per poi raggiungere i territori a ridosso del fiume Adige, la “batata”, così denominata da Cristoforo Colombo è diventata nella zona di Anguillara Veneta e nella Frazione di Stroppare di Pozzonovo un consumo popolare.

Il territorio compreso tra Adige e Gorzone lo si può considerare sintesi esemplare di una vicenda regionale variegata e complessa: l’acqua, la terra, plasmata e riplasmata dall’azione del mare e dei fiumi, gli uomini, le piante e gli animali, rappresentano una veneticità unica del territorio padovano.


Già, infatti, dal 1800 la cultura si estese affermandosi particolarmente nella zona di Anguillara e Stroppare grazie alla moltitudine di campi alluvionati coperti da uno strato di torba che han favorito la crescita della patata, la quale veniva utilizzata nella sua completa unitarietà. Le radici migliori venivano adoperate per il consumo umano, mentre quelle di scarto e la parte falciata prima della raccolta erano sfruttate per l’alimentazione del bestiame.
La pianta appartiene alla famiglia della Convolvulacea – specie Batatas è rappresentata da uno stelo ridotto e foglie generalmente lobate od ovate, di colore verde brillante che dopo la cottura si presenta dolce, tenera e carnosa, di ottima consistenza e non farinosa. Si distingue da quella del continente americano per la dimensione: per la commercializzazione devono aver un diametro superiore a 3.5cm.

La patata merica

La pianta della patata

Da Marzo vi è la piantagione, la coltivazione e con l’autunno la raccolta di questo prodotto che oltre ad essere di certificazione biologica garantisce una coltura estensiva, riproponendo il lavoro a mano come nei secoli passati e favorendo così la qualità locale del prodotto.

LO GNOCCO: DAL CAMPO AL PIATTO!

Con l’avvento del turismo, specialmente quello enogastronomico, questo prodotto così unico nel suo genere ha visto la rivisitazione di quella che un tempo era l’alimentazione tipica locale: la cottura del gnocco di patata “merica”.

Se un tempo la sua consumazione era data dalla scarsa economia popolare e dalla sua possibile piantagione nel territorio, oggi detiene la caratteristica di essere prodotto locale tipico nelle campagne di Anguillara Veneta e Stroppare di Pozzonovo.

Proprio in questi due Comuni, ai primi di ottobre dall’anno 2000, si festeggia la Fiera della Patata Merica. Grazie infatti ad un gruppo di poco più di settanta persone volontarie, ogni anno vengono portati in tavola sapori e tradizioni che a descriverli mette già l’acquolina.

La specolatura della patata

La specolatura della patata

Da una semplice rimpatriata dettata dalla passione tra pochi amici, questa fiera ha preso sempre più la strada in salita tanto da raggiungere il 2 Ottobre 2015, la sua presentazione come prodotto di nicchia all’EXPO di Milano.

La conoscenza del prodotto, la qualità e la capacità di saper trasformare esso non solo in gnocco da portata, ma addirittura in marmellata pura, rende grazie a queste persone amanti della loro tradizione e della loro cultura,  la patata “merica” la caratteristica principale di salvaguardia di questo territorio.


Come altri prodotti non solo enogastronomici territoriali ci han dimostrato,  questa fiera  è un grosso motivo di socializzazione per il Paese che mette di fronte a molte persone la qualità “made in Italy” affermando una volta in più che quello che viene dalle nostre radici va protetto e apprezzato.

CURIOSITA’:

  • non solo gnocchi, chiedete su come viene preparata Pinza de patate mericane e marmellata;
  • è possibile l’acquisto presso i produttori locali

(Un ringraziamento speciale va a tutte le persone che mi han aiutato, seguito e lasciato entrare nella loro quotidianità per dar vita a questo articolo!)

You May Also Like

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>