#48oreaBerlino – Berlino in due giorni

Visitare una città europea partendo al mattino e tornando la sera, o al massimo il giorno dopo.

Questa è la sfida #FugaInEuropa lanciata da Valentina di Guenda’s Travel. Un modo per scoprire nuove città, respirare aria diversa, fare nuove esperienze. Grazie a Michela di Warm Cheap Trips per la sfida.
 
 
 Capitale di due mondi patrimonio di una storia che ancora oggi è discussa e vissuta: #48oreaBerlino inizia tra le strade del centro.
 
La Mitte, termine tedesco per definire il centro città, è infatti il quartiere cuore artistico-culturale nonché partenza ideale del mio itinerario.
Arrivando ad AlexanderPlazt, piazza centrale nel cuore della Mitt, uscendo dalla U-Bahn  ho iniziato la mia giornata salendo sulla Torre della Televisione (costo euro 13) popolare attrazione per berlinesi e turisti grazie alla sua particolarità: raggiungere 200 metri d’altezza in 40 secondi grazie all’ascensore interno. Oltre che essere punto centrale informativo, raggiungendo il punto più alto a 203 metri si può osservare a 360° l’intera Città.
 
 

Torre della Televisione

 
Dall’alto prendo visione di dove muovermi: il Duomo, riconoscibile grazie alla sua cupola visibile anche in lontananza, la cattedrale protestante di Berlino costituisce un vero e proprio magnete. VIsitabile al costo di euro 7,00 è ricco di dettagli vittoriani e di statue di rinomati protestanti tedeschi. Personalmente non sono entrata per questione di tempistiche, ma se ne avete l’opportunità non esitate a visitarlo.
 
 
Dal Duomo si raggiunge velocemente il quartiere di Nikolaiviertel: con i suoi vicoli medievali e numerosi ristoranti e locali, è uno dei più amati punti di riferimento per i visitatori di Berlino, nonché me per l’appunto.
Nikolaikirche è la Chiesa più antica della città, con fondamenta di pietra naturale, che venne trasformata varie volte durante i secoli.
In ogni strada si possono trovare cartelli informativi dei palazzi, che trattano della loro storia ed offrono informazioni varie.
 
Una delle cose per cui Berlino è rinomata è sicuramente la sua Isola dei Museiuna magnifica opera d’arte con cinque musei di fama mondiale, riuniti in una ensemble straordinaria. Facile da raggiungere poichè a pochi passi dal Duomo io ho speso tutto l’intero pomeriggio del mio primo giorno a godermi la bellezza non solo delle opere ma del loro insieme architettonico.
 
12809850_10209131046782544_1854614975_o

Porta di Mileto

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 Sono partita dal Pergamo Museo, il più visitato che risplende di antichi tesori preziosi, come le imponenti ricostruzioni degli insieme archeologici edilizi: l’Altare di Zeus di Pergamo (Altare di Pergamo) e la romana Porta del Mercato di Mileto.
 
 
12822666_10209131060702892_367957593_o
 
 
 
Sono poi passata al Neues Museum che presenta i tesori del Museo Egizio e della collezione papirologica, insieme alle collezioni del Museo di preistoria e di protostoria.Tesori archeologici leggendari come il Busto di Nefertiti uniti a pezzi d’esposizione famosi in tutto il mondo  come il teschio dell’uomo di Neanderthal ritrovato a Le Moustie,  danno pregio a questo museo.
 
Dato il calare della sera e il tempo che stringeva ho dovuto scegliere tra quale altro museo visitare.
 

L’acropoli di Atene è il modello. Come un antico tempio la Vecchia Galleria Nazionale si erge con la sua scalinata al di sopra dell’Isola dei Musei.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Presenta l’arte del XIX°, tra la Rivoluzione Francese, Classicismo e Secessione. Io mi sono sentita parte di epoche passate ammirando capolavori di Manet, Monet, Renoir e Friederich passando per Cézenne e Liebermann. Anche per chi dell’arte su tela non è amante, credo che tra queste stanze ben allestite dove si rivive quasi la magia del tempo trovi un motivo per apprezzarla.

Mi sposto dalla Mitte al Potsdamer Plazt, situata nel quartiete  del Tiergarten.  Non è una vera e propria piazza, ma qui ho potuto notare come i berlinesi dopo la caduta del Muro abbiano cercato di innovare e investire su di un’area desolata dove solo il Muro stesso predominava. 

12810000_10209131063582964_1979924386_o

Vetrata – Renzo Piano

Un riconoscimento particolare va ad un nostro connazionale architetto di fama mondiale Renzo Piano. E’ sua infatti la struttura in vetro dell’edificio che predomina nella piazza e che almeno un visitatore (come me) fotografa.

La sera camminando lungo Ebertstrasse, si respira un’atmosfera particolare: da un lato la via è animata da ristoranti con camerieri sorridenti che invitano a degustare, dall’altra, una più riflessiva, cupa dove si può osservare il Memoriale dell’ olocauto: un labirinto di 2711 blocchi di altezze e dimensioni diverse a cielo aperto percorribili in lungo e in largo sono scenario ideale per ciò che rappresentano. Consiglio di visitarlo in due volte mattina e sera come ho fatto io.

12809930_10209131064102977_679833459_o12809833_10209131069903122_1093126859_o

Poco più in là, la porta di Brandeburgo: simbolo e punto di riferimento di Berlino che fino a pochi anni fa separava l’Est dall’Ovest conclude il primo giorno.

Inizio la  seconda giornata –  dedicata alla memoria storica e culturale  facendo una bella passeggiata nel polmone verde di Berlino: il Tiergarten. La mia fu tra la neve e ghiaccio dei laghetti: molto suggestivo e particolare. 

Da qui poi ho proseguito nel vedere nuovamente con luce diversa il memoriale dell’Olocausto. Spostandomi poi con la U-Bahn con fermata a  U- Bernauer. Appena uscita ho potuto ammirare il memoriale al muro che viene rappresentato da diversi paletti in ferro uno sequenziale all’altro con scritte e immagini del Muro.

Nel pomeriggio mi sono spostata a vedere il Muro ancora eretto a East Side Gallery. Credo ci sia poco da dire. Il contrasto tra Est e Ovest è ancora evidente

Finisce cenando in un locale tipico il mio viaggio di #48oreaBerlino. Finisce con la neve, dopo una giornata intensa e riflessiva. 

12491802_1638758736452974_3360168349231499677_o

 

INFORMAZIONI UTILI

 

  •  BERLINOCARD a soli 19€ potrete avere sconti su negozi, ristoranti e libero accesso a musei e mezzi pubblici. Scegliendo il target di card che volete (24;48 ore o settimanale), avete un risparmio notevole nel vostro viaggio. E’ possibile farla in ogni fermata dei mezzi pubblici o in ogni centro informativo (es. alla Torre della Televisione).

 

  • MEZZI DI TRASPORTO: muoversi per Berlino è semplice. Munita di S-Bahn (filobus), U-Bahn (metro sotterranea) raggiungerete facilmente ogni luogo. Io consiglio la U-Bahn: llho trovata più veloce e con più fermate specie per me che nevicava.

 

  • DOVE ALLOGGIARE: consiglio il BigMama Hotel : prezzi modici; vicino a supermercati e a fermate dell’U-bahn. Camere spaziose e ben tenute. In una zona tranquilla dove rilassarsi dopo una giornata nel caos metropolitano.

 

  • DOVE MANGIARE:  avevo fatto una lista di locali scelti ma in realtà ho cenato da tutt’altra parte e devo dire di essere stata molto soddisfatta!

– Cena del Primo giorno:  ristorante indiano molto buono e a prezzi molto modici AMRIT – POTADAMER PLAZT

– Brunch Secondo giorno in un cafè molto carino gestito da una ragazza che da mangiare vi assicuro se ne intende CAFE WIMPERNBOUTIQUE

Cena Secondo giorno: in un locale tipicamente berlinese dove la birra è di casa DIE BERLINER REPUBLIK

 

 

 

 

 
 

8 Comments

  1. 1

    Berlino è una città che o ti conquista o ti delude… Più o meno abbiamo fatto lo stesso giro lo sai???? Buffa la foto al museo ahahha

  2. 2

    Wow!! intanto complimenti per le 48 ore, io quando parto per i weekend mordi e fuggi mi sento quasi in colpa verso la meta che raggiungerò, perchè so che non riuscirò a vedere tutto o per lo meno quello che voglio, perchè tendo a visitare le città perdendomi via, guardando le vetrine, provando ristoranti.. insomma un disastro!

  3. 3
  4. 4

    Mi piacciono queste guide mordi e fuggi per viaggiatori espressi! Si dice spesso che 2 giorni non bastino per vedere manco mezza di una qualsiasi capitale europea, eppure ci si deve provare no?

  5. 5
  6. 7

    Grazie per aver accettato la sfida!!!
    Bella #FugaInEuropa e ovviamente prendo nota perchè Berlino è una meta che sto puntando anche io!!
    Grazie, post utile e ben fatto 😀

    • 8

      Grazie a te!!
      Vedrai Berlino ha qualcosa da dare in ogni stagione. Ecco perchè penso di ritornarci in primavera/estate!
      Grazie e alla prossima #FugaInEuropa!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto