Siate viaggiatori, siate folli: i 30 anni arrivano velocemente

Sono qui che vi scrivo questo post perchè aimè manca davvero poco alla soglia dei 30 anni.

Questo 2019 sarà un anno di trapasso o forse solo di passaggio ma, in qualunque maniera lo vogliate definire, per me, sarà cambiamento.

Questo post non parla di quale meta scegliere low cost o di cosa portare con voi se avete bimbi. Questo post parla di me e di voi. Parla di ciò in questi quasi 30 anni ho capito e che spero, almeno in parte, anche voi possiate sperimentare, vivere e provare.

California

Se siete studenti nella situazione disperata nella scelta tra un liceo o un classico, ragazzi scegliete in base a ciò che vi piace. Abbiate il senso di ascoltarvi, di provare a scendere nel più bello dei vostri angoli e date ascolto alle vostre capacità.

Se state per affrontare i prossimi esami di maturità, viveteveli davvero nel pieno di ogni attimo. Non abbiate timore di ciò che sarà dopo. Tutto vola veloce e senza spiegarvelo vi ritrovare come me, quasi trentenne. Avrete la sensazione di non saper niente e di non riuscire a farcela. Abbiate il piacere di rileggere e rileggere libri, appunti con i compagni più fidati. Presentatevi al colloquio finale con la consapevolezza delle vostre capacità e del vostro sapere.

L’università, che anni! Ho imparato moltissimo da quegli anni: imparai a cavarmela in una città diversa (ragazzi Padova mi sembrava enorme). Imparai a sostenere ad affrontare le mie prime paure e il senso di autonomia. Non pensate solo al voto, godetevi tutto ciò che è una lezione diversa, uno scambio di appunti o un ritrovo in un’aula studio. Momenti belli che vi ricorderete con piacere. Andate alle feste universitarie, partecipate ai convegni. Curiosate tra le varie aule e divertitevi. Sono gli anni davvero più indipendenti di tutti. Siete voi che avete scelto ciò e quindi abbiate la voglia di viverla bene!

Caramel – California

Per chi non sceglie un percorso di studi e anche per chi lo segue, insomma se siete diciottenni fregatevene del maglione più bello, della foto più linkata e prendete un biglietto aereo.

Questo è davvero quello che in questi 30 anni ho capito e che più mi ha fatto crescere.

Non passate le vostre serate a chiedervi per cosa o perchè, aprite internet o una mappa (io sono fedele alle biblioteche) ed abbiate la voglia di sperimentare.

Viaggiate in un Paese poco o no, distante dall’altro. Guadagnate soldi per potervi permettere il ritorno o una birra con compagni di mondo. Siate affini alla vita e non abbiate paura.

Mi rendo conto che oggi i giovani hanno molte più possibilità di quante ne ebbi io a 20 anni ma, non le fruttano.

Sono arrivata a 30 anni e ho capito che se tornassi indietro studierei, viaggerei molto di più da sola ed in famiglia e lascerei che la carriera si formi così sulla mia pelle.

Ad oggi mi ritrovo con un lavoro precario ma, un’infinità di sogni quasi realizzati. Il più bello lo sto facendo condividendo con voi ciò che vorrei faceste.

Non perdete mai la speranza di ritrovarvi e di cogliere quello che siete. Prendete il treno, la nave, un taxi fate un giro dietro casa o perdetevi nella vostra città ma, sentitevi liberi di andare oltre i vostri confini e le vostre immaginazioni. Non importa quello che dirà la gente, tanto vi criticherà comunque.

Bibione 2018

Non seguite la scala delle “cose da fare nella vita” perchè nulla è più prevedibile dell’imprevedibile.

Sono arrivata fin qui dopo un percorso difficile. Non ho mollato la speranza di crescere, di cambiare e di migliorare.

A 30 anni voglio iniziare un nuovo capitolo della mia vita e vorrei che tra queste pagine ci fosse la complicità con ciò che è stato fino ad adesso e quello che sarà.

Arrivata fino a qui posso dirmelo e posso raccontarvelo: la vita va vissuta, non sono solo parole ma fatti. Quindi godetevi gli anni più belli e spensierati per lo più e non smettete mai di sentirvi bimbi in cerca di conoscere il diverso, il nuovo e poco conosciuto.

Perdetevi, fate rumore dentro e fuori di voi. Arrivate a 30 anni consapevoli dei vostri sbagli e non con un sorriso come quello che ho io mentre vi scrivo. Abbiate la voglia di rimediare e di darvi una possibilità. Mia mamma dice sempre “riconosciuto lo sbaglio, cerca di sistemarlo”.

Buon compleanno a me e a voi con l’augurio di renderci gradi di ciò che siamo.

You May Also Like

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.