Viaggiare in gravidanza: partire serene si può!

Quante volte vi siete chieste care donne se viaggiare in gravidanza sia rischioso o no? Quante volte avete visto pancioni spaparanzati al mare e vi siete dette “e se partorisse qui? Io non lo farei!”

Eppure sono sicura che tutte prima o poi avete fatto la valigia e avete staccato la spina. Dico, tutte quelle che hanno potuto. Chiaro che chi, per problemi fisici o altro non viene discriminato ma, anzi, vorrei continuasse a leggere fino in fondo.

LA DONNA IN GRAVIDANZA

La gravidanza è davvero uno dei momenti particolari di una donna. Sia che l’abbia attesa a lungo, sia che sia arrivata subito o sia se non era desiderata ma accettata.

Avere un corpo che cambia, avere una pancia che si riempie di smagliature, non riuscire più a star dentro ai vestiti tanto amati, insomma non è facile! Cambiano un sacco di cose anche se, come ho scritto si cambia ma, ciò che siamo restiamo.

Vogliamo parlare del mangiare? Delle notti insonne e ti tutti i milioni di siti web e pagine ed amiche che si han consultato prima, durante e nel travaglio?

Bene, abbandonate per un secondo quell’idea e pensate che viaggiare può essere un aiuto fisico e mentale per ciò che si sta affrontando.

VIAGGIARE IN GRAVIDANZA: QUANDO?

Come citato sopra, non sempre è possibile ma, per chi è in piena salute e ha la possibilità, almeno un giorno fuori casa se lo deve poter concedere.

Il primo trimestre è semper un terno al lotto perché molti fattori sono in ballo tra cui il nostro benessere fisico. Se possibile e se il tempo lo permette. concedetevi dei momenti di relax.

Se siete sedentarie approfittate per camminare ovunque. Prendete l’auto e visitate località vicine.

Se siete in piena estate non cedete alle paure, del sole o della tintarella abbia l’attenzione giusta ma, godetevi i piaceri di non avere 2 o 3 chili da scorrazzare. Ricordate che nel primo trimestre è necessario fare più soste e riposare se si utilizza l’auto. Cercate sempre di avere la comodità e di affrontare con calma le distanze.

Secondo trimestre è il periodo perfetto per viaggiare. Il bimbo è ben in sintonoia con la mamma e noi donne non ci sentiamo stanche e affaticate come negli ultimi mesi ne angosciate dalle nausee e dal malessere dei primi.

I 7/8 mesi dicono che sia quello più rischioso ma, io personalmente ho preso il treno e ho fatto bene 3 cambi con coincidenze molto vicine e ho viaggiato per 3 ore e mezza. Oltretutto in pieno agosto in pieno 8 mese!

Si è sicuramente più stanche, un bradipo potrebbe sembrare più veloce, i piedi come due cocchi che ci fanno dimenticare il bel piedino alla cenerentola.

Ora non vi dico di essere le Jane del momento, abbiate il via libera del ginecologo e di aver controllato tutto il vostro percorso per poter viaggiare in gravidanza.

Abbiate la certezza del vostro fisico e della vostra volontà ma, non perdete la possibilità di rilassarvi per qualche ora o giorno distanti dalla routine e dalla frenesia del toto scommesse sul parto.

VIAGGIARE IN GRAVIDANZA: DOVE?

Come già suggerito, in base al periodo dell’anno in cui voi sentite di staccare la spina, andate dove vi sentite. Mare, montagna, centro relax o in una città.

Consiglio sempre di cercare luoghi che abbiano ad ogni modo una struttura ospedaliera vicina. Il distacco ci sta ma, anche il nostro benessere è sempre bene mantenerlo vigilato.
Non allarmatevi, può capitare che nonostante tutta la vostra pace e serenità ci siano momenti in cui vi sia bisogno di intervenite ma, ciò non toglie che dobbiate sopperire il vostro viaggio o uscita.

Oltre a valutare il caso medico, vi consiglio di valutare la meta in base ai mesi dell’anno. Ricordatevi che in estate il caldo per gli ultimi mesi (7/8) non aiuta molto a meno che non optiate per destinazioni con piscina e/o mare. Girare in città in pieno agosto lo sconsiglio. In inverno, invece scaldarsi è più facile. Le stagioni intermedie (se vogliamo chiamarle così) sono le ideali per trascorrere momenti in città o luoghi d’interesse.

VIAGGIARE IN GRAVIDANZA: I MEZZI

Un pò ve li ho accennati già il treno, nonostante tutto è il mezzo che io preferisco. Posso camminare e sgranchirmi le gambe e sopratutto, non si deve star attenti ai pericoli come in auto.

Quest’ultima è ottima per muoversi, per godersi il panorama lentamente e fermarsi ogni qualvolta lo necessitiamo. Normalmente è consigliabile ogni ora fare una piccola pausa.

L’aereo. Un argomento molto discusso in gravidanza. Accertato il vostro benessere e quello del bimbo non vi sono problemi nel volare. Cercate di non abusare e di preferire mete raggiungibili in un paio d’ore sia che voi siate all’inizio o nel periodo avanzato. Scegliete il posto in prima fila o vicino all’uscita d’emergenza.

VIAGGIARE IN GRAVIDANZA: COSA PORTARE?

Ovviamente non posso non dirvi che una valigia o una borsa vi servirà.

Per il primo trimestre non sentitevi in ansia, godetevi il vostro viaggio ma, non dimenticate i documenti personali e quelli della gravidanza. Bevete un sacco in qualunque stagione e mangiate sano. Uno snack di frutta fresca o secca solo perfetti.

Con il secondo trimestre ma, sopratutto il 7 e 8 mese non dico che dobbiate avere la borsa parto con voi ma, almeno un qualcosa di pronto per ogni evenienza io lo porterei.

Io avevo con me un sacchetto per Asia pronto, una mia vestaglia e l’occorrente per il viaggio. Ovviamente non potevo viaggiare senza la scheda della gravidanza!

Io non voglio essere quella che mette mille dubbi, meglio essere pronte e non dover utilizzare nulla che trovarsi in difficoltà, no?

Alla fine noi donne sappiamo trovare lo spazio per tutto!

ULTIMI CONSIGLI

Viaggiare in gravidanza non deve recarvi ansie o preoccupazioni. Se ve lo sentite di fare, fatelo altrimenti nessuno ve lo impone.

Prima di partire, fate sempre un controllo. Avvisare il medico del vostro itinerario e della durata è doveroso per il benessere vostro e della famiglia.

Se prima di partire avete malessere, perdite o altro, non partite. Non siamo eroine. Meglio rimetterci la vacanza e star bene che star male.

Rilassatevi e prendetevi tempo. Scegliete con cura dove andare. Principalmente è per voi il benessere della vacanza quindi, perché rovinarsela?

Abbiate sempre la cortezza di informarvi sui luoghi vicini, su cosa è presente sulle farmacie e che sia a portata di mano ciò che vi serve.

Abbiate la cortezza di muovervi e di sgranchirvi. Non dimenticate di bere e mangiare durante il viaggio.

Buon viaggio!

You May Also Like

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.